Altri Filtri
Saffo nella tradizione poetica italiana dal Sei all’Ottocento.

Saffo nella tradizione poetica italiana dal Sei all’Ottocento.

a cura di Salvatore Puggioni. Premessa di Guido Baldassarri

Condividi su:

La leggenda della Saffo abbandonata e del promontorio di Leucade ha generato (e ancora genera) un immaginario artistico senza confini. Il volume, con occhio alla tradizione letteraria italiana, attraverso uninedita antologia di componimenti poetici illustra la fortuna moderna di unicona il cui successo deriva dallinalterata capacità di suggestionare autori e pubblico.

Salvatore Puggioni svolge la propria attività presso il Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dellUniversità di Padova. I suoi interessi ruotano attorno alla ricezione dellantico in età moderna, con particolareattenzione al segmento sette-ottocentesco. Ha curato ledizione delle Epistole in versi e dei Sermoni di Ippolito Pindemonte e ha contribuito con studi su rivista e in volume collettaneo allindagine della fortuna di Saffo nella letteratura italiana dal tardo Cinquecento al secondo Ottocento.

a cura di Salvatore Puggioni Premessa di Guido Baldassarri Appendice leopardiana di Lorenzo Braccesi



Premessa (Guido Baldassarri)
Nota introduttiva (Salvatore Puggioni)
Criteri di edizione

Il Seicento
Saffo (G Marino)
Alla signora Lucrezia Marinelli. Saffo piangente (G Fontanella)
Saffo esagera le sue pene e la crudeltà di Faone (M F Ringhieri)

Il Settecento
Saffo a Corilla (A de Giorgi Bertola)
Le avventure di Saffo (G Parini)
Alla Signora Contessa Bon (I Pindemonte)
Alla Signora Teresa Bandettini (Id )
Saffo a Faone (F Sulgher Fantastici)
La morte di Saffo (P Secco Suardo Grismondi)

lOttocento
La morte di Saffo (F Gianni)
Saffo in Leucade (G Alborghetti)

Forse ti potrebbe interessare anche

Iscriviti alla Newsletter

Per essere informato regolarmente sulle nostre novità.